Riferimenti e fonti

Pagina del cancro alla prostata

  • 21-25% Riduzione degli effetti collaterali urinari, sessuali e vescicali
    Fonte
  • 6% Aumento della sopravvivenza rispetto all'IMRT per il cancro alla prostata a rischio intermedio
    Fonte
  • 99% libero dal cancro a 5.5 anni
    Fonte

Cancro al seno

  • 99% Ridotta esposizione alle radiazioni del cuore
    Fonte: MD Anderson
  • 96% Ridotta esposizione alle radiazioni all'altro seno
    Fonte: Bradley JA, Dagan R, Ho MW, Rutenberg M, Morris CG, Li Z, Mendenhall NP. Il rapporto iniziale di uno studio prospettico di fattibilità dosimetrica e clinica dimostra il potenziale dei protoni di aumentare il rapporto terapeutico nel cancro al seno rispetto ai fotoni. Int J Radiat Oncol Biol Phys. 2016 maggio; vol. 95(1):411-21)
  • 81% Ridotta esposizione alle radiazioni dei polmoni
    Fonte: MD Anderson

Polmone

  • 37% Aumento della sopravvivenza globale a 5 anni
    Fonte: Baumann BC, Mitra N, Harton JG, et al. Efficacia comparativa della terapia protonica rispetto alla terapia fotonica come parte della chemio-radioterapia simultanea per il cancro localmente avanzato. Sessione poster dell'American Society of Clinical Oncology. 1 giugno 2019.
  • 63% Riduzione degli effetti collaterali
    Fonte: Higgins KA, O'Connell K, Liu Y, et al. National Cancer Database Analysis of Proton Versus Photon
    Radioterapia nel cancro del polmone non a piccole cellule. Int J Radiat Oncol Biol Phys 2017;97:128-137.
  • 57% Diminuzione delle complicanze polmonari gravi
    Fonte: Sejpal S, Komaki R, Tsao A, Chang JY, Liao Z, Wei X. et al. Primi risultati sulla tossicità della terapia con fasci di protoni con chemioterapia concomitante nel cancro del polmone non a piccole cellule. Cancro. 2011;117:3004-3013. doi: 10.1002/cncr.25848.

Cervello e SNC

  • 50% riduzione del tumore cerebrale secondario dal trattamento
    Fonte: MD Anderson
  • 31% aumento del controllo della malattia per i tumori della base del cranio
    Fonte: MD Anderson
  • 51% riduzione della dose media all'ippocampo (funzione della memoria) nel trattamento dei meningiomi
    Fonte: Boehling NS, et al. Int J Radiat Oncol Biol Phys. 2012 Feb 1;82(2):643-52

Testa e collo

SUL TRATTAMENTO DEL CANCRO DELLA TESTA E DEL COLLO

Una diagnosi di cancro alla testa o al collo può essere una notizia inquietante in quanto ha il potenziale per influire sulle funzioni quotidiane. In effetti, ci sono circa 65,410 altri individui con tumori della testa e del collo negli Stati Uniti che combattono per battere una diagnosi simile. I tumori della testa e del collo si trovano spesso vicino a strutture critiche come il midollo spinale, il nervo ottico, l'esofago, la ghiandola tiroidea, la laringe, l'osso mascellare o le ghiandole salivari, rendendo la scelta della giusta forma di radioterapia una componente chiave della qualità della vita di un paziente.

Fonte

  • 50-60% riduzione della necessità di tubi di alimentazione
    Fonte: MD Anderson
  • 58% riduzione degli effetti collaterali di grado 3+
    Fonte: Baumann BC, Mitra N, Harton JG, et al. Efficacia comparativa della terapia protonica rispetto alla terapia fotonica come parte della chemio-radioterapia simultanea per il cancro localmente avanzato. Sessione poster dell'American Society of Clinical Oncology. 1 giugno 2019.
  • 98% riduzione della dose al tronco cerebrale
    Fonte: MD Anderson

Gastrointestinale

  • 58% Aumento della sopravvivenza globale per i malati di cancro al fegato
    Fonte: MD Anderson
  • 41% Diminuzione delle complicanze polmonari per i pazienti con cancro esofageo
    Fonte: MD Anderson
  • 20% Diminuzione del tasso di ospedalizzazione per i malati di cancro esofageo
    Fonte: MD Anderson

FAQ

Che prove ci sono che la terapia protonica funziona?

Esistono oltre 300 studi clinici che valutano i benefici clinici della terapia protonica per vari tumori. In quasi tutti i casi la terapia protonica ha dimostrato di essere superiore in qualche modo alle forme alternative di radioterapia. Ad esempio, attraverso la terapia protonica:

  • C'è una riduzione di oltre il 50% nella necessità di tubi di alimentazione per i malati di cancro alla testa e al collo
    Fonte: MD Anderson
  • C'è una riduzione del 21-25% degli effetti collaterali GI e GU per i pazienti con cancro alla prostata
    Fonte: 1. Pan, HY, et al. Tossicità comparativa e costo dell'intensità: radioterapia modulata, radiazioni protoniche e radioterapia stereotassica del corpo tra gli uomini più giovani con cancro alla prostata. J Clin Oncol. 18 marzo 2018.
  • C'è una riduzione fino al 90% della dose di radiazioni al cuore per i malati di cancro al seno
    Fonte: Sejpal S, Komaki R, Tsao A, Chang JY, Liao Z, Wei X. et al. Primi risultati sulla tossicità della terapia con fasci di protoni con chemioterapia concomitante nel cancro del polmone non a piccole cellule. Cancro. 2011;117:3004-3013. doi: 10.1002/cncr.25848.
en English
X