Brachiterapia Trattamento del cancro

La brachiterapia può essere utilizzata per trattare molti diversi tipi di cancro e ha dimostrato di essere efficace per particolari tumori della testa e del collo, della mammella, della cervice, della prostata e degli occhi. A seconda del tipo e dello stadio del cancro, la brachiterapia può essere combinata con altri trattamenti, inclusa la terapia protonica.


Cos'è la Brachiterapia?

La brachiterapia è un tipo di radioterapia interna. Utilizza semi radioattivi per fornire una dose elevata di radiazioni in una piccola area internamente. Questo è diverso dalla radioterapia a fasci esterni (EBRT) come la terapia protonica oi trattamenti con fotoni (o raggi X) che utilizzano un raggio proveniente da una sorgente esterna che viene erogato nel paziente. Per molti tipi di cancro, la procedura di brachiterapia richiede da uno a pochi giorni.

Brachiterapia

brachiterapia paziente e medico

Come funziona la Brachiterapia?

La radioterapia interna, inclusa la brachiterapia, attacca il cancro dall'interno del corpo utilizzando pellet o semi radioattivi consegnati vicino o direttamente in un tumore canceroso attraverso un dispositivo impiantabile.

Procedura di impianto

L'impianto del dispositivo è generalmente indolore e gli impianti possono essere temporanei o permanenti. Questi dispositivi possono includere semi, palline, nastri, fili, aghi, capsule, palloncini o tubi. Indipendentemente dal tipo di impianto utilizzato, viene posizionato nel corpo molto vicino o all'interno del tumore, consentendogli di danneggiare il minor numero possibile di cellule normali.

Durante l'anestesia generale o locale e in una sala operatoria progettata per mantenere la radiazione all'interno della stanza, uno o più impianti vengono inseriti nel corpo. Ci sono 3 tecniche principali utilizzate nella Brachiterapia: Interstiziale, Intracavitaria, Episclerale. Ognuno ha uno scopo e una procedura specifici. Il tuo medico ti prescriverà il metodo corretto per la tua diagnosi di cancro. Durante la procedura viene utilizzata una scansione a raggi X, ultrasuoni, risonanza magnetica o TC per garantire che l'impianto sia posizionato esattamente dove deve andare.

Tipi di Brachiterapia

La radioterapia varia e con la brachiterapia vengono utilizzati diversi tipi di trattamento.

Brachiterapia ad alto dosaggio (HDR)

La brachiterapia ad alto dosaggio (HDR) consente di trattare una persona per diversi minuti alla volta con un'efficace sorgente radioattiva che viene posizionata nel corpo utilizzando un applicatore. La sorgente viene rimossa dopo un breve periodo di tempo, in genere da 10 a 20 minuti. Questa procedura può essere ripetuta due volte al giorno per alcuni giorni. Può anche essere fatto una volta al giorno nel corso di alcune settimane. L'applicatore può essere lasciato in sede tra un trattamento e l'altro, oppure può essere posizionato anche prima di ogni trattamento. Le persone che ottengono l'HDR potrebbero dover rimanere in ospedale se si tratta di trattamenti di più giorni e se l'applicatore viene lasciato in sede. Di solito sono necessarie precauzioni speciali dopo il trattamento, quindi è essenziale consultare il team di assistenza oncologica per quanto riguarda l'assistenza post-operatoria.

Brachiterapia a basso dosaggio (LDR)

Indicato anche come impianto di semi permanenti, la brachiterapia LDR utilizza semi radioattivi impiantati permanentemente in un organo. I semi emettono bassi livelli di radiazioni per diverse settimane. Quando questo trattamento con radiazioni termina, i semi vengono lasciati sul posto in modo permanente. Potrebbe essere necessario rimanere a letto per gli impianti più grandi e rimanere fermi per assicurarsi che non si muova. Gli impianti più piccoli come i semi oi pellet vengono lasciati sul posto e non vengono mai estratti. Per diverse settimane, smettono di emettere radiazioni. I semi o le palline hanno le dimensioni dei chicchi di riso e raramente causano problemi. Se è necessario lasciare gli impianti, tornare a casa lo stesso giorno in cui vengono inseriti potrebbe essere un'opzione. Potrebbero essere necessarie precauzioni speciali, quindi assicurati di parlare con il tuo team di cura del cancro in merito a questo.

Brachiterapia per il cancro alla prostata

L'Oklahoma Proton Center è specializzato in brachiterapia per i trattamenti del cancro alla prostata. La brachiterapia interstiziale viene utilizzata per il cancro alla prostata, posizionando il seme della brachiterapia direttamente nella ghiandola prostatica. Questa tecnica viene utilizzata perché le cellule tumorali riceveranno la maggior parte delle radiazioni, lasciando le cellule sane vicine minimamente colpite.

La brachiterapia può essere utilizzata come trattamento autonomo per il cancro alla prostata o in combinazione con la radioterapia a fasci esterni come la terapia protonica all'avanguardia. I medici dell'Oklahoma Proton Center incontreranno i pazienti per discutere tutte le loro potenziali opzioni, tra cui la terapia protonica, la brachiterapia e le radiazioni a raggi X come l'IMRT, tutte offerte dall'Oklahoma Proton Center.

brachiterapia 3

Benefici del trattamento del cancro con brachiterapia

  • Dosi più elevate di radiazioni in aree più piccole in meno tempo.
  • Consente alla consegna della radiazione di essere precisa e accurata
  • Riduce la diffusione delle radiazioni nel corpo
  • La procedura è minimamente invasiva
  • Meno tempo di trattamento complessivo

Brachiterapia Percorso di Recupero

Dopo la Brachiterapia permanente, i semi impiantati diventeranno meno radioattivi e decadranno con il tempo. Consultare il proprio medico per limitare il contatto ravvicinato con gli altri, come donne incinte o bambini. Con gli impianti temporanei, il medico rimuoverà tutto il materiale radioattivo prima del tuo ritorno a casa, quindi non c'è rischio di esposizione dopo che il medico ha rimosso l'applicatore e le sorgenti di radiazioni.

Il medico e il team di assistenza ti forniranno istruzioni specifiche prima di tornare a casa. A seconda del trattamento specifico che hai ricevuto, potresti avere sensibilità e gonfiore nell'area da trattare o altri sintomi. In genere, i pazienti possono riprendere le normali attività entro pochi giorni o settimane. Il medico può richiedere una serie di esami di follow-up dopo il trattamento. Questi possono includere un check-up fisico, esami di imaging e prelievi di sangue o altri lavori di laboratorio.

en English
X